Ciotola raku rettangolare

0

Questa ciotola, creata a mano libera (tecnica pinch) in terra bianca semirefrattaria, è stata cotta due volte.
La prima cottura, effettuata a circa 980°C in forno elettrico per svariate ore, ha permesso di ottenere il biscotto, successivamente colorato con ossidi (prevalentemente ossido di rame) e smalti.

Quindi è stata effettuata una seconda cottura in forno a gas a circa 960°C.
Da qui la ciotola è stata estratta incandescente con apposite pinze e posta in un contenitore contenente segatura la quale immediatamente, a contatto con l’oggetto e a causa dell’elevata temperatura, si è incendiata.

Successivamente la ciotola è stata ricoperta interamente dalla segatura stessa e lasciata così alcuni minuti prima di venire estratta.
Gli effetti di ossidazione e riduzione di ossigeno dovuti al fuoco hanno creato lustri metallici disomogenei di grande effetto e lo sbalzo termico repentino ha prodotto craquelure interessanti sulla superficie interna del pezzo.

Le parti non colorate hanno acquisito la caratteristica colorazione nera, rustica e calda.

Immagine di una ciotola raku alta vista dall'alta

Ciotola raku vista dall’alto

INSERITO IL: 14/09/2017
AGGIORNATO IL: 08/02/2018

Condividi.

I commenti sono chiusi

Scroll Up

Questo sito si avvale di uso di cookie tecnici e di terze parti necessari al funzionamento e utili per tutte le finalità illustrate nella Informativa estesa o Cookies Policy. Se vuoi avere maggiori informazioni per proseguire nella navigazione di Terra Accesa oppure negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies, consulta la Cookies Policy che segue. Cliccando su Accetta acconsenti uso dei cookies stessi Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi