Portachiavi in ceramica raku: progetto e creazione

2

Questa breve guida su come realizzare un portachiavi in ceramica raku affronta tutti i passaggi necessari per ottenere queste creazioni in ceramica.

Verranno spiegate, con l’aiuto di immagini e anche di brevi video, le varie fasi per la realizzare i portachiavi: quella di creazione a mano, quella di prima cottura nel forno elettrico del laboratorio di Terra Accesa, la successiva colorazione con ossidi e cottura nel forno a gas per ottenere il prodotto finale raku e quella di montaggio della struttura del portachiavi.

Partiamo dunque dal primo passaggio, quello della realizzazione artigianale del portachiavi in ceramica.

La base di tutto è ovviamente l’argilla. Ho deciso di utilizzare un impasto ceramico in semire bianco (semirefrattario) acquistato presso la ditta Ceramica Cecchetto di Nove in provincia di Vicenza.

Immagine di argilla tipo semire bianco

Argilla semire bianca

Ho scelto questo tipo di argilla perché, a differenza della terraglia e in generale di qualunque altro impasto non refrattario o semirefrattario di terra da tornio, è in grado di resistere allo shock termico che si verifica con l’estrazione improvvisa dal forno a gas, al termine della seconda cottura, prima che i pezzi vengano passati nella segatura.

INDICE ARTICOLO - Portachiavi in ceramica raku: progetto e creazione

La prima lavorazione dei portachiavi

Tagliato con il filo di nylon un pezzo di argilla, si procede ad impastarlo manualmente. Ecco che ci vengono in aiuto alcuni attrezzi del mio laboratorio: un mattarello è fondamentale per stendere la creta e un ago da ceramista aiuta a bucare eventuali bolle d’aria residue che potrebbero creare problemi in cottura.
Una volta livellata la terra in modo uniforme nello spessore desiderato, si procede a ricavarne alcuni piccoli rettangoli.

Immagine dei portachiavi in ceramica ancora grezzi

Abbozzo di portachiavi ancora grezzi

Con le dita leggermente umide e l‘ausilio di una piccola spugna si iniziano ad arrotondare i bordi, in particolare il lato che diventerà la costa e che deve risultare più tondeggiante, lisciando o anche colpendo delicatamente la parti più spigolose con i polpastrelli.

A questo punto con una piccola miretta tondeggiante si incidono l’altro lato e quelli superiore ed inferiore, partendo a pochi millimetri dalla cuffia e asportando un piccolo quantitativo di creta: in questo modo si definiscono quelle che saranno la copertina e le pagine del nostro libro. Al fine di rendere più realistiche le pagine, si incidono con l’ago alcune righe.

I pallini di terra in eccesso che si vengono a creare potranno essere eliminati in un secondo momento, quando l’argilla sarà a durezza cuoio.

Praticare un foro nel portachiavi

Con un ago più spesso rispetto a quello impiegato per creare l’effetto laterale delle pagine si pratica un foro in alto a sinistra, nel punto in cui l’oggetto verrà assemblato all’anello portachiavi.

Immagine di come viene incisa l'argilla per i portachiavi in ceramica

Creazione del foro per il portachiavi

E’ sufficiente inumidire appena l’ago e la terra risulterà immediatamente più morbida, consentendo di praticare il foro senza sformare il rettangolo modellato. Roteando delicatamente e uniformemente l’ago all’interno del foro, questo si allargherà sino ad raggiungere il diametro voluto.

E’ sempre bene tenere presente che con l’asciugatura le dimensioni diminuiranno leggermente e ricordare quindi di regolarsi di conseguenza.

Ultime rifiniture del portachiavi in ceramica

Per rendere meno uniforme il frontespizio è sufficiente far aderire con un poco di barbottina un rettangolino di terra nella parte alta del piatto anteriore, nell’ottica di colorarlo poi differentemente in seguito.

Immagine dei portachiavi in ceramica pronti per essere asciugati

I portachiavi in ceramica da asciugare

Questa è la prima parte della spiegazione di come si realizza il portachiavi in argilla. E’ necessario adesso riporlo su una tavola in legno grezzo, coperto da un nylon al fine di rallentarne il processo di asciugatura.

Segui le altre parti della guida:

================================================================
Leggi anche gli altri articoli del blog di Terra Accesa
================================================================

INSERITO IL: 02/10/2017
AGGIORNATO IL: 31/07/2017

Condividi.

2 commenti

Lascia una risposta

Scroll Up

Questo sito si avvale di uso di cookie tecnici e di terze parti necessari al funzionamento e utili per tutte le finalità illustrate nella Informativa estesa o Cookies Policy. Se vuoi avere maggiori informazioni per proseguire nella navigazione di Terra Accesa oppure negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies, consulta la Cookies Policy che segue. Cliccando su Accetta acconsenti uso dei cookies stessi Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi