Come realizzare un numero civico in ceramica

0

Quando i nostri amici mi chiesero di realizzare un numero civico in ceramica per la loro nuova casa nel bosco, mi resi conto che per me questa sarebbe stata una nuova esperienza.
Non avevo provveduto in questo senso neppure per casa nostra, sebbene vi avessi pensato ed avessi sempre osservato e apprezzato i numeri dei portoni realizzati con decorazione o modellato.
Se ne trovano dai meno ai più artigianali nella maggioranza dei carruggi liguri. Ricordo di averne notati anche numerosi ad Albissola Marina e ad Albisola Superiore.
Bene, adesso toccava a me.

Immagine di un numero civico in ceramica con palcoscenico

Numero civico in ceramica con palcoscenico

INDICE ARTICOLO - Come realizzare un numero civico in ceramica

Il progetto per un numero civico in ceramica

Solitamente ogni lavoro in ceramica che esuli dall’ordinario o che preveda una certa complessità si pianifica attraverso un progetto, normalmente un disegno, da seguire successivamente nel corso della realizzazione. Come una ricetta di cucina, tale progetto si può poi variare a seconda della fantasia del momento, oppure seguire diligentemente dall’inizio alla fine.
Anche io avevo preparato il mio bel disegno: un “34” racchiuso da una linea a forma di cuore che si trasformava nell’impronta della zampa di un cane.
Oggettivamente era un buon disegno; inoltre sapevo che il soggetto sarebbe stato più che gradito ai nostri amici.
Una bella mattina, munita del progetto di cui andavo fiera, entrai nel laboratorio di ceramica, decisa a dare forma alla mia idea.

Immagine di una delle prove dei disegni preparatori del numero civico in ceramica

Uno dei disegni preparatori

La realizzazione di un numero civico in ceramica

Con il matterello cominciai a spianare la terra e preparai una lastra. Avevo deciso di non praticarvi buchi per non guastare l’armonia dell’insieme: la targa con il numero sarebbe stata poi applicata con collanti specifici per esterni.
Il punto però fu che non solo non seguii pedissequamente l’idea iniziale ma che non la seguii affatto.
Un po’ come se, dovendo cucinare la pasta al forno e avendone a disposizione la ricetta, ne venisse fuori una crostata di ciliegie.

Rimasi per qualche minuto ferma, in contemplazione della lastra. Poi iniziai: sopra e a entrambi i lati del punto dove avevo immaginato la posizione del numero, iniziai ad applicare altre due lastre che si trasformarono in tende.

Immagine del palcoscenico del numero civico in ceramica

Il palcoscenico del numero civico in ceramica

Queste tende vennero trattenute con rose, e una rosa era posta anche in alto, al centro, decorativamente.
Il lavoro aveva alla fine un che di grasso, di spesso, di corposo. Ma mi piaceva. Mi ricordava il teatrino di Mangiafuoco.

VIDEO: tecnica utilizzata per creare una rosa in ceramica artigianale applicata sulla lastra che rappresenta un palcoscenico con numero civico in argilla.

Era giunto il momento di applicare i due numeri e di posizionarli all’interno del palcoscenico appena creato.
Ricavai un “3″ e un “4” da un’altra lastra e lo applicai con la barbottina al centro della scena.
Questa operazione richiese particolare attenzione e cura: con l’aiuto di una piccola spatola feci aderire perfettamente i bordi dei numeri al palcoscenico in modo tale da ridurre eventuali imperfezioni e da eliminare  bolle d’aria.

Immagine di un numero civico in ceramica in preparazione

Numero civico in ceramica in preparazione

Praticai piccolissimi fori in alcune pieghe delle tende temendo che vi si fosse creato un vuoto: non è infatti possibile porre in forno oggetti interamente chiusi dal momento che esplodono, coinvolgendo nella loro distruzione le creazioni vicine.

Dopo un paio di settimane ebbi l’occasione di effettuare una cottura e di cuocere, fra i vari pezzi, anche il numero civico “34” a teatro.
Mancava solo il colore.

Immagine di un numero civico in ceramica da colorare

Numero civico in ceramica da colorare

Colorare un numero civico in ceramica

Scelsi colori sottocristallina nelle tinte dell’azzurro, blu, bianco e acquamarina.
Cercai di armonizzarli fra loro, di creare qualche sfumatura e qualche effetto di profondità; nello stesso tempo volevo rispettare il carattere rustico e gioioso dell’insieme e quindi non dovevo essere troppo precisa. Il risultato fu buono.

Dopo il bagno di cristallina e la seconda cottura, il numero è stato un buon augurio per la nuova vita nella nuova casa e un regalo gradito!
Un esempio di come molte cose funzionano meglio infrangendo le regole che ci si erano date.

Immagine di un numero civico in ceramica con palcoscenico

Numero civico in ceramica con palcoscenico

================================================================
Leggi anche gli altri articoli del blog di Terra Accesa
================================================================

INSERITO IL: 15/04/2018
AGGIORNATO IL: 02/08/2018

Condividi.

Lascia una risposta

Scroll Up

Questo sito si avvale di uso di cookie tecnici e di terze parti necessari al funzionamento e utili per tutte le finalità illustrate nella Informativa estesa o Cookies Policy. Se vuoi avere maggiori informazioni per proseguire nella navigazione di Terra Accesa oppure negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies, consulta la Cookies Policy che segue. Cliccando su Accetta acconsenti uso dei cookies stessi Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi